L’impiantistica sportiva di proprietà del Comune di Pistoia conosce problemi strutturali, in taluni casi decennali. Questa Amministrazione ha dunque, come per tutto, affrontato la questione alla radice: ha fin qui speso oltre 2,5 milioni di euro per adeguare e migliorare le strutture comunali esistenti e sono state messe in trasparenza, con un regolamento, le concessioni degli impianti, e l’elargizione dei contributi (250.000 euro solo nel 2015) che il Comune ogni anno riconosce alle società sportive e che con questa Amministrazione, finalmente, sono tutti rendicontati. È stata fatta una ricognizione totale delle 54 strutture sportive di proprietà del Comune e si è chiesto che venissero emanati i bandi per la loro gestione, fin qui mai fatti (il primo, che sta per partire, riguarda il Legno Rosso, poi Pistoia Ovest, Pistoia Nord e tutti gli altri).

Dal mondo sportivo, in questo senso, può giungere un contributo importante, sia dal Coni, che dalle Federazioni, che dalle singole società, tanto più utile se unitariamente orientato ad individuare – d’intesa con l’Amministrazione – le effettive priorità d’intervento, oltre quanto già in atto e programmato.

L’Amministrazione ha già doverosamente affrontato, e risolto, i problemi – annosi – dei due principali impianti di proprietà comunale, lo stadio e il palazzetto, che finivano ogni anno per consumare quasi tutte le risorse disponibili per gli investimenti per l’impiantistica sportiva comunale.

Sono infatti in via di conclusione i lavori allo stadio Melani: altri 100.000 euro con i quali sono state sistemate le principali criticità dell’impianto. Nel corso degli ultimi anni, lo stadio Melani è stato oggetto di numerosi interventi. Nel 2014 sono stati eseguiti lavori di manutenzione straordinaria e messa a norma per 150mila euro a carico del Comune e per 70mila a carico della società. Nel 2015 altro importante intervento ha riguardato l’impianto di illuminazione per una spesa complessiva di 200mila euro. Nello stesso anno è stato eseguito l’intervento di rimozione della copertura in eternit e del suo rifacimento per una spesa di 160mila euro. Con quest’ultimo intervento da 100mila euro si è eseguito il completamento dei parapetti, il rifacimento delle uscite di sicurezza, il riempimento del fossato di fronte alla gradinata est e altri interventi di manutenzione. Si sono in questo modo superate le principali criticità che da decenni caratterizzavano l’impianto.

In questo momento sono in corso di completamento i lavori di rifacimento del tetto, dell’illuminazione e dei pannelli luminosi del palazzetto dello sport (400.000 euro), dopo che nel 2014 sono stati eseguiti interventi di manutenzione alla copertura per € 38.304,10.

A novembre partiranno (grazie al bando “Cantieri Aperti” della Fondazione Caript al quale l’Amministrazione ha deciso di partecipare puntando tutto sull’impiantistica sportiva) i lavori per altri 400.000 euro per il rifacimento delle palestre comunali Masotti – sostituzione pavimento sportivo; Marini – sostituzione pavimento sportivo, ristrutturazione spogliatoi e impianti; A.Frank – sostituzione pavimento sportivo e ristrutturazione copertura.

Sempre con il sostegno della Fondazione Caripit, deve essere definito il progetto per la riqualificazione delCampo Scuola sulla base del parere della Fidal.

Arrivati da poco i soldi dell’assicurazione, la prossima settimana sarà pubblico il bando per l’affidamento dei lavori per la copertura del pallone del pattinaggio di via del Villone.

Rispetto al rugby, il Comune di Pistoia, con la delibera di giunta n. 122 del 2015, ha assunto l’impegno di dotare la città di nuovi impianti, tra cui uno da dedicare esclusivamente e stabilmente al rugby. Per il momento, per l’anno sportivo 2016/2017 il Campo Turchi è assegnato, anche se non in esclusiva, alla società Rugby Pistoia, alla quale è stata affidata la gestione. Inoltre è stata soddisfatta anche la richiesta di utilizzo, nelle ore indicate dalla società, dell’impianto di Pistoia Ovest.

Quanto all’hockey, la squadra pistoiese ha sempre giocato al Frascari. Da quando è salita di categoria, il campo del Frascari non rispondeva più alle esigenze della disciplina e dunque per alcuni anni la federazione dell’hockey ha acconsentito con deroga all’utilizzo del campo. Nel frattempo, a partire dal luglio 2015, il Comune di Pistoia, insieme alla stessa Federazione e coinvolgendo anche il Comune di Marliana, ha individuato il luogo (a Montagnana) nel quale realizzare un campo da hockey professionale. Nonostante non fosse nel Comune di Pistoia, in forza di una convenzione che ne avrebbe permesso l’utilizzo anche a società pistoiesi, il Comune era – ed è tuttora – disponibile ad investirvi risorse. Ed infatti le risorse per realizzarlo c’erano tutte, anche grazie al fatto che il Comune di Pistoia, insieme a quello di Marliana, ha interessato la Regione e la Fondazione Caript al progetto. Quest’anno, la Federazione non ha più acconsentito all’utilizzo in deroga del Frascari e nel frattempo ha anche richiesto altri interventi al progetto del campo a Montagnana che ne hanno reso più onerosa la realizzazione. Si è trattato dunque di trovare le risorse aggiuntive rispetto al progetto precedente. Comune di Pistoia, Comune di Marliana, Federazione sono già a lavoro – ed anzi a buon punto – in questo senso.

Pistoia ospita anche un impianto per il tiro con l’arco. Dopo l’assegnazione alla società Arcieri del Micco, avvenuta con avviso pubblico, di un’area comunale limitrofa alla zona artigianale di S. Agostino, nell’estate2016 è stato presentato agli uffici un progetto per la realizzazione di un nuovo impianto di tiro con l’arco: la grande area sarà attrezzata con la zona di tiro e tutti i servizi necessari a svolgere le varie discipline di questo sport anche per atleti diversamente abili.

L’amministrazione comunale dispone della sola Piscina Boario, che risente di noti limiti strutturali. Per questo ha lavorato per la realizzazione di una piscina olimpica all’Annona, presentando il progetto nel Bando del Piano nazionale delle città: progetto risultato idoneo ma non ancora finanziato. Questo, che deve essere un obiettivo per l’intero territorio provinciale, ha bisogno di un sostegno, oltre che pubblico, dal credito sportivo e altri finanziamenti da attivarsi con una forte mobilitazione di tutti. 

E’ in cantiere un progetto di adeguamento infrastrutturale dell’impianto per il tennis in via del Villone, con abbattimento delle barriere architettoniche, con risorse regionali e con il contributo della Fondazione Caript, per consentire la prosecuzione di importanti gare nazionali, che nell’impianto Enea Cotti si sono svolte aperte ad atleti portatori di handicap.

L’impegno sostenuto per la ginnastica artistica, che ha già visto l’individuazione di uno spazio dedicato alla palestra comunale di via Pertini, dovrà essere completato con un ulteriore investimento per la seconda palestra presente nella stessa sede. Su richiesta dell’amministrazione comunale e grazie ad un finanziamento di 200.000 euro erogato dalla Fondazione Caript, sono già stati tutti sostituiti gli attrezzi necessari.

Le gare nazionali dei seniores di scherma realizzate alla Cattedrale hanno dato il giusto riconoscimento ad uno sport che a Pistoia ha prodotto eccellenze. L’amministrazione è impegnata a individuare un’area idonea allo svolgimento dell’attività.

Tra l’estate e l’autunno 2016 sono in corso di realizzazione i lavori di manutenzione e riqualificazione dellapalestra di Bottegone per 20.000 euro, a seguito dell’intervento sul tetto già eseguito per circa 50.000 euro.

Il Comune si è ormai assunto responsabilità dirette per la organizzazione ed il sostegno economico di diverse manifestazioni e servizi di natura sportiva. Si è assunto ad esempio responsabilità dirette per la Pistoia-Abetone e sta sostenendo, in sostituzione anche delle risorse prima messe a disposizione della Provincia, il progetto di promozione sportiva ed educazione fisica “Sport a Scuola”, rivolto alle scuole dell’infanzia e primarie, che ogni anno coinvolge tra i 200 e i 3000 bambini. Ha inoltre ospitato e promosso nel 2016 ilParalympic Day, con il Comitato Paralimpico Toscano, in linea con l’impegno di dare opportunità sportive a tutti.

L’avviamento allo sport, l’educazione motoria dei bambini, la fruizione dello sport da parte di coloro che hanno più difficoltà a muoversi, come anziani e disabili, la promozione dei valori della solidarietà e dell’inclusione attraverso gesti piccoli ma significativi (l’ultimo, ieri, con la consegna, come ogni anno dal 2012, degli abbonamenti della Pistoiese1921 ai membri dell’associazione sportiva La Giostra) sono gli impegni che l’Amministrazione quotidianamente sostiene, considerandoli i più importanti e significativi perché promuovono la cultura di uno sport sano e davvero per tutti.

pistoia pistoia pistoia pistoia pistoia pistoia pistoia pistoia

_______________________